La pubblicità sul web

Al giorno d’oggi, siamo spettatori di una vera e propria evoluzione di una nuova forma di pubblicità sui social network: le inserzioni sponsorizzate. Il Social Media Advertising nasce per incrementare la visibilità di un determinato brand o azienda sulla rete, concentrandosi in particolar modo sul mondo dei social network. L’utilizzo di questi canali non convenzionali rende l’immagine dell’azienda che si vuole sponsorizzare più vicina agli utenti, che vengono così trasformati in potenziali clienti.

Come nelle pubblicità classiche, le inserzioni necessitano di una strategia di marketing da parte dell’impresa. Le domande che sorgono spontanee sono: qual è il social adatto? Quali sono gli obiettivi da definire? La verità è che non si può pensare di fare pubblicità con i social senza avere le idee chiare sull’ argomento e una precisa strategia. Non basta avere qualche successo sporadico, ma è necessario creare un progetto per costruire nel tempo un traffico qualificato e mirato alla vendita.

Ecco una guida utile nel mondo del web marketing, per fare pubblicità e vendere sui social network.

Pianifica la tua attività sul web

Gli aspetti principali da tenere in considerazione

Ecco alcune semplici regole per fare pubblicità e vendere sui Social Network:

  • TUTTI HANNO BISOGNO DEI SOCIAL: Al giorno d’oggi è necessario avere una presenza sui Social Network, quindi il primo punto da chiarire è che ogni individuo che offre prodotti, servizi, attività, ecc … ad un cliente deve possedere profili dedicati sui Social Network;
  • SCEGLI I TUOI SOCIAL NETWORK: Non è necessario essere ovunque, bisogna scegliere i Social Network adatti alle proprie risorse e obiettivi. Per esempio LinkedIn è molto valido per il commercio interaziendale, mentre Facebook o Instagram sono utili per aumentare la visibilità di un brand;
  • SEI QUI PER VENDERE: Gli utenti sanno che sei sui social network per cercare di pubblicizzarti e perciò di vendere. È importante perciò evitare, ad esempio, l’invio di messaggi invadenti o la condivisione eccessiva. Bisogna utilizzare i Social Network per comunicare al cliente il valore dell’azienda, rispondere con trasparenza e senza auto-celebrazioni. La domanda su cui bisogna focalizzarsi e una sola: perché dovrei comprare da te?
  • L’OBIETTIVO E’ COINVOLGERE: Il processo di vendita non termina con l’acquisto, ma con il feedback del cliente sul tuo sito e/o sui Social Network. Si tenga in considerazione che le recensioni positive fanno sì che il 73% dei consumatori si fidi di un’azienda locale (Tratto da “Local Consumer Review Survey 2017” – Reputation Marketing Leaders);
  • CREA UNA TUA IDENTITA’: Per essere efficaci bisgna avere un’identità. Le persone vogliono parlare con altre persone, non con un nome o un logo;
  • AUMENTA LA TUA CREDIBILITA’: Dimostra di essere un esperto nel tuo settore: crea contenuti da poter condividere sui Social Network;
  • ATTIRA, COINVOLGI, ANALIZZA E RIPETI: Attirai tuoi clienti coinvolgendoli con contenuti mirati e di qualità, analizzando l’andamento della tua campagna. È necessario scoprire cosa funziona e cosa no,e se necessario, si ricomincia da capo.

La piattaforma più adatta alla tua attività

Facebook

Logo di Facebook

Creare campagne sponsorizzate su Facebook permette di creare un brand awareness; reindirizza traffico al tuo sito, aumenta l’engagement, incoraggia l’installazione di app o visualizzazioni video; incoraggia le persone a comunicare con te su Facebook Messenger.

Tra i diversi Social in rete, Facebook è il più utilizzato e conosciuto. Per la pubblicità offre differenti soluzioni:

  • Pubblicità nella colonna di destra, con l’integrazione di un’immagine;
  • Inserzioni sponsorizzate;
  • Video pubblicitari visibili sulla bacheca dell’utente.
Funzionamento:

E’ necessario scegliere un messaggio pubblicitario corto, preferibilmente accompagnato da un’immagine. Bisogna targhettizzare l’audience a seconda della località, del genere, dell’età, delle abitudini e degli interessi.

Costi:

L’inserzionista fissa un budget quotidiano con una puntata minima: “Pay Per Click” (PPC), ossia quante volte la pubblicità è stata cliccata o visualizzata. Esiste anche la tecnica “Cost Per Mille” (CPM) ossia il pagamento per mille impression (visualizzazioni) della pubblicità.

Analisi dei risultati:

Facebook fornice all’inserzionista la possibilità di gestire le inserzioni e genera statistiche per ogni compagna pubblicitaria.Sono visualizzate in dettaglio informazioni sui risultati di ogni campagna,curve di progresso secondo gli obiettivi fissati, tasso di click avvenuti,numero di “mi piace”.

Instagram

Logo di Instagram

Consigliata a chi punta molto sul visual, la pubblicità su Instagram consente di creare inserzioni che saranno visibili nel feed delle persone o nelle loro storie.

Funzionamento:

E’ necessario scegliere un messaggio pubblicitario corto, accompagnato da un’immagine d’impatto. Si consiglia di pubblicare i contenuti in orari predefiniti e con particolare cura nell’utilizzo dei tags.

Costi:

I fattori che incidono sul costo delle sponsorizzazioni su Instagram sono: il target di pubblico, i posizionamenti dell’offerta, il budget da investire e l’offerta (automatica o manuale).

Analisi dei risultati:

Grazie ad Instagram Insights si ottengono informazioni integrate per l’account aziendale Instagram,  si possono visualizzare statistiche di base sui post, visualizzazioni di profilo e conversioni. È possibile anche ottenere dati sulle storie di Instagram, tra cui la copertura, i clic del sito web e altro, nonché informazioni approfondite sul tuo pubblico,  la loro posizione, il sesso, l’ora del giorno più affollata, ecc …

Linkedin

Logo di Linkedin

Linkedin è la piattaforma ideale per chi vuol far conoscere la propria azienda ad altri professionisti. Nessuno strumento come LinkedIn permette una definizione dei destinatari precisa, basandosi sulle caratteristiche demografico professionali.

Funzionamento:

Le tipologie di campagna a disposizione attraverso l’Amministratore Campagne (e quindi disponibili in self service per tutti) sono 3: annunci di testo, contenuti sponsorizzati e messaggi InMail sponsorizzati.

Costi:

LinkedIn è famoso per offrire le opzioni pubblicitarie a prezzi non esattamente economici. Per i contenuti sponsorizzati(come per gli annunci di testo), si può decidere di pagare ogni volta che l’aggiornamento viene mostrato ad un destinatario (CPM, ovvero costo per mille impression), oppure per ogni click (CPC, costo per click). Oltre all’offerta occorre scegliere: 

  • O il budget giornaliero della campagna, eventualmente abbinato ad una data di scadenza;
  • O un budget totale, con eventuale data di scadenza.
Analisi dei risultati:

Installando un codice html (chiamato Insight tag)in tutte le pagine del sito internet, LinkedIn può raccogliere (tramite cookie)numerose informazioni sui visitatori di una pagina del proprio sito web, con 3 diverse finalità:

  • Statistiche demografico professionali del traffico del proprio sito internet (servizio gratuito);
  • Creazione di audience personalizzate (per fare retargeting);
  • Monitorare le conversioni di una campagna.

Enrica Bevilacqua

Direttamente dalle montagne alla grande città. Amante del buon cibo e della birra schiumosa: non rifiuta mai un invito. Adora passare il suo tempo davanti al pc, tra meme spiritosi, video virali ed editor di programmazione.

This Post Has 3 Comments

  1. Thank yoս for the sensible ⅽritique. Me & my
    neighbor were just preparing tto do a little research about this.
    We got a grab a book from our local library but I think I learned more clear fгeom this pоst.
    I’m very glаd to seee such magnifiϲent іnformаtion being sһared freely out tһere.

    1. Thank you very much. Keep on following our blog to stay updated about these topics!

  2. Articolo molto interessante e ben sintetizzato! Complimenti!!!

Comments are closed.